Nuovi usi per spezie vecchie

Per le spezie che conserviamo da molto tempo esistono molti utilizzi al di fuori della cucina

Le spezie che teniamo in dispensa molto a lungo perdono il loro aroma e diventano inutilizzabili in cucina. Se sono intere durano fino a un anno e mezzo-due anni, ma ogni giorno che passa perdono una parte del loro aroma. Le spezie macinate perdono molto rapidamente il loro flavour poichè gli oli essenziali che si sprigionano sono volatili. Anche se ben conservate, dopo  6-12 mesi, nella migliore delle ipotesi, non aggiungeranno alcun aroma ai vostri piatti e nella peggiore potrebbero, in alcuni casi, dare un sapore amaro o spiacevole.

Purtroppo le spezie sono costose, perciò compratele sempre in piccola quantità, ma se avete in casa delle spezie invecchiate è un peccato gettarle. Per capire quanto durano date un’occhiata al nostro articolo dedicato alla loro scadenza. Poi prima di gettarle in pattumiera, seguite alcuni dei nostri consigli. Darete loro una seconda vita e ne avrete dei vantaggi.

Decorare la casa

Alcune spezie, come i bastoncini di cannella, l’anice stellato, i chiodi di garofano, sono molto decorative. Così come le spezie in polvere con i loro colori sono molto piacevoli . Quando hanno perso il loro aroma mettetele in ciotole e piccoli contenitori nei vari locali. Con le loro forme e colori rallegreranno alcuni angoli della vostra casa. Mischiatele con pigne, legni e rami di pino d’inverno. Accompagnatele con petali di fiori, lavanda ed erbe aromatiche d’estate.

Come repellente degli insetti

Invece di comprare insetticidi chimici provate a spargere un po’ di spezie dove ci sono degli insetti nocivi. Le spezie con un odore molto forte hanno la prerogativa di disturbare i piccoli parassiti di farine, riso e altri alimenti. Per esempio, in dispensa sui ripiani lasciate un po’ di chiodi garofano e cannella. Davanti ai buchi delle tane delle formiche provate a mettere una polvere costituita da pepe, alloro, chiodi di garofano, cannella e menta o origano o salvia, o curcuma a seconda di quanto avete a disposizione. Non le vedrete più tornare.

Per profumare i tappeti e i pavimenti

Spargetene sul pavimento o sui tappeti (dopo esservi assicurati che non macchino) e passate l’aspirapolvere. Avranno un effetto rinfrescante dell’aria e leggermente disinfettante. D’inverno usate cannella, chiodi di garofano, rosmarino, salvia polverizzate. D’estate usate bucce d’arancio o di limone, erba limoncina, timo essiccate e polverizzate.

Per profumare gli ambienti

Mettete le spezie insieme ad erbe e bucce d’arancia e limone in una pentola sul fuoco e lasciate bollire. Anche se vecchie, le spezie con la bollitura, diffonderanno ancora un po’ d’aroma. spostate la pentola bollente in altri ambienti. Oppure usate i profumatori elettrici o a lumini (vedi il nostro articolo).

Usatele per prodotti cosmetici

L’aroma può andare perso, ma le proprietà benefiche restano. La curcuma per esempio, ha proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antibatteriche, dona splendore alla pelle e ha un’azione sbiancante, può essere usata per fare degli scrub o delle creme da notte (curcuma per la pelle) con un’ottima azione esfoliante. La cannella è utile contro i brufoli e la perdita di capelli. Usatela per fare dei massaggi alla cute. Per prodotti di bellezza sono preziosi anche zenzero, chiodi di garofano e cardamomo (Sali da bagno aromatici).

Per fare saponi profumati

Per chi è appassionato di “fai da te” e sempre alla ricerca di nuovi esperimenti, le spezie possono essere usate per preparare saponette profumate. Certo l’aroma sarà inferiore a quello che avreste ottenuto con spezie fresche, ma saranno comunque piacevoli al tatto e benefiche. Potrete riutilizzare in questo modo sia gli scarti di sapone che avete in casa sia le vostre spezie. Per le saponette andranno bene curcuma, cannella, zafferano, pepe nero , anice , anice stellato; lavanda ed erbe aromatiche.

Per tingere e colorare

Da sempre le spezie sono state usate per tingere i tessuti. Curcuma, zafferano, curry, ma anche bustine del tè o avanzi di caffè potranno essere riutilizzati anche se vecchi. Le proprietà coloranti infatti restano inalterate nel tempo.

Per far giocare i bambini

Esistono degli atelier dove si fanno giocare i bambini con le spezie. Fatelo anche a casa con i vostri piccoli. Mettete le spezie intere che avete a disposizione, in una ciotola. Per i bambini sarà un’esperienza sensoriale importante tastarle, apprezzarne le forme e i colori, mischiarle e dividerle, odorarle e confrontarle. Ma si divertiranno moltissimo se potranno anche mischiarle con acqua e vedere i risultati con pennelli e carta.

Tenere gli animali lontani dal vostro giardino

Le spezie piccanti sono irritanti anche per alcuni piccoli animali come topi, scoiattoli, faine, ricci. Peperoncino in polvere e pepe di Cayenna hanno questo effetto disturbante senza nuocere alle piante. Spargetene nei posti dove trovate le loro tracce, lungo i muri, sotto i cespugli o vicino alle recinzioni.

Ravvivare i colori in lavatrice

I grani di pepe, messi in un sacchetto di garza e aggiunti al vostro bucato durante il lavaggio, rallenteranno lo sbiadimento dei colori e in alcuni casi li ravviveranno.riusoprima

Profumare la biancheria

Mettete spezie, erbe, lavanda secondo i vostri gusti e secondo di quello che avete a disposizione in un pezzo di calza da donna ben chiusa e ponetela nell’asciugabiancheria. Scaldandosi rilasceranno il loro aroma residuo.

Fare candele colorate

Usate spezie in polvere da aggiungere al mix di cera per preparare candele profumate e belle da vedere.

Nelle grigliate

Aggiunte al fuoco mentre state grigliando le carni, sprigioneranno gli ultimi oli volatili presenti.

Deodorare
Ci sono numerosi studi che dimostrano che sorprendentemente le spezie possono neutralizzare alcuni cattivi odori come l’odore di muffa dai cassetti o da alcuni armadi, o l’odore di stantio di bottiglie e contenitori vari. O ancora eliminare odore di brucio e di pesce dal microonde. Per quest’ultimo problema mettete una ciotola di acqua e spezie e lasciate bollire nel micronde per alcuni minuti.

Se avete lasciato un contenitore, per esempio un termos o un barattolo, chiusi per molto tempo non basterà sciacquarli con acqua e sapone per togliere il caratteristico odore di chiuso. Aggiungete 1 cucchiaio di semi di senape e un quarto di litro d’acqua e lasciate tutta notte. Al mattino risciacquate e l’odore sarà scomparso. La prossima volta prima di riporre il vostro contenitore chiuso aggiungete 1 chiodo di garofano e quando lo aprirete prima dell’uso non ci sarà alcun odore. Lo stesso sistema va bene per eliminare odori insistenti come aglio o salsa di pomodoro.

Usatele come semi
Spezie intere come anice stellato, o semi di coriandolo o peperoncini possono essere seminati per ottenere piante nuove. Se non sono davero troppo vecchie (più di tre anni)  potreste ottenere dei buoni risultati. Segui i nostri consigli su come seminare i peperoncini.
Bambini, giochiamo con le spezie
Usi particolari della curcuma

« »

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!