Deyanu: zuppa con le azzime

Piatto tradizionale ebraico per la cena della sera di Pasqua, profumato alla cannella

Flagga gli ingredienti che ti servono e stampa la ricetta per la tua spesa!
Difficoltà: facile
Preparazione: 40 minuti
Dosi per: 4 persone

Ingredienti

  • 2 l di brodo di carne
  • 3 uova
  • 3 fette di pane azzimo da circa 30 g ciascuna
  • cannella in polvere

Ingredienti per

  • 2 l di brodo di carne
  • 3 uova
  • 3 fette di pane azzimo da circa 30 g ciascuna
  • cannella in polvere

Ingredienti per

  • 2 l di brodo di carne
  • 3 uova
  • 3 fette di pane azzimo da circa 30 g ciascuna
  • cannella in polvere

Preparazione

Per preparare questo semplice ma gustosissimo piatto, per prima cosa fate un ottimo brodo di carne mettendo la carne in acqua fredda con le classiche verdure: cipolla carota e sedano e fate cuocere a lungo. Quando è pronto filtratelo e tenetelo da parte.

Al momento di preparare il vostro piatto, spezzettate le fette di pane azzimo. Potete scegliere di dividerlo in piccoli pezzetti  o sbriciolarlo completamente.

A questo punto scaldate il brodo di carne e, non appena raggiunge la temperatura di ebollizione, aggiungete il pane azzimo a pezzi. Lasciate cuocere tutto a fuoco medio senza coperchio per una ventina di minuti. Mentre il brodo cuoce in una zuppiera capiente iniziate a sbattere le uova. Infine incorporate il brodo caldo con il pane azzimo, e mescolate bene per amalgamare bene tutti gli ingredienti. Servite bollente nelle fondine e completate con uno spruzzo di cannella.

Durante  Passover, la settimana dedicata alla Pasqua ebraica, è vietato mangiare prodotti lievitati ed è vietato persino tenerli in casa. Essi infatti sono, nella cultura ebraica, simbolo della superbia, e dell’egoismo. Il pane viene sostituito dal matzah, pane azzimo (simbolo di umiltà e di semplicità), uno degli ingredienti di questa zuppa semplice, ma molto gustosa.

Dayenu in ebraico significa “a noi sarebbe bastato”. E’ un canto della tradizione ebraica  per la notte di Pasqua che aiuta a meditare sui doni ricevuti da Dio, sempre maggiori delle attese e delle speranze dell’uomo.

Sopa de ajo castigliana

« »

I nostri Primi più recenti

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!