I cibi del Ramadan

Durante il Ramadan i musulmani possono mangiare e bere solo prima dell’alba e dopo il tramonto

Il Ramadan, è il mese in cui i musulmani praticano il digiuno  in commemorazione della prima rivelazione del Corano a Maometto. Esso cade il nono mese dell’anno, secondo il calendario lunare islamico. in italia è iniziato in questi giorni. Il digiuno è un precetto religioso al quale sono tenuti tutti gli adulti in buona salute, che possono mangiare e bere solo prima dell’alba e dopo il tramonto.

Suhoor e Iftar

Due sono i pasti durante il Ramadan: quello dell’alba (Suhoor) che deve essere abbondante e salutare per fornire energie per l’intera giornata. E il secondo (Iftar) che inizia quando è tramontato il sole e spesso dura tutta la notte fino alle preghiere del mattino. Alla fine del mese i musulmani fanno una grande festa (Eid al Fitr).

I cibi del Ramadan

Poichè i musulmani sono diffusi in Paesi differenti per clima e per latitudine, i cibi consumati sono molto diversi e dipendono strettamente dalla cultura del singolo Paese. In generale la sera si rompe il digiuno mangiando 3 datteri e bevendo acqua, come fece Maometto secondo la leggenda, poi quasi dovunque si inizia con una zuppa, diversa in ogni paese.

Turchia

 Il piatto tipico turco per il Ramadan è il Ramazan kebabi: agnello o manzo con pomodori, aglio, yogurt, menta e peperoncino.

Nord Africa

 Tipico di questa zona è il  ful medammes: un purea di fave con peperoncino servita con pane. Un altro è il fattousc, un’insalata di pomodori e verdure varie con pane pita croccante, condita con olio d’oliva o molassa di melograno. (Diffusa anche in Libano e Medio Oriente). Il dolce più comune è la konafah: pasta fillo, ricotta e noce moscata.

Algeria

 Il piatto principale è la chorba, una zuppa di verdure, agnello, vermicelli servita con borek, involtini di pasta fillo ripieni di spinaci, formaggio e agnello; il laham lalou, uno stufato di agnello, prugne, mandorle, zucchero e cannella; tutti i piatti sono accompagnati da insalate, e macedonie di frutta. E accanto a questi piatti c’è sempre il couscous con uva sultanina e latticello per accompagnare.

Libano

Per il Suhoor si servono piatti nutrienti come il manakees, omelette speziate, e formaggi e yogurt accompagnati dal meshtah, un pane fragrante speziato con nigella e sesamo. L’Iftar si inizia con i mezzeh come hummus, sambousek (piccoli panzerotti ripieni di agnello e di riso), fatayer (triangoli di pasta fillo ripieni di spinaci). Poi si continua con verdure stufate, come il mehchi koussa (zucchine ripiene di carne), o con il D’jej ala Rez (o Rez a Djej), il più tradizionale dei piatti libanesi, pollo arrosto servito con riso, pinoli e mandorle e agnello arrostito con riso speziato con cannella, pimento e pepe.

Tutte le cene finiscono con numerosi dolci. I più comuni sono i  kellaj, che vengono consumati solo  durante il Ramadan, insieme a frutta disidratata come fichi, albicocche, uva e prugne. In ogni famiglia poi si prepara  il Qamr id-deen, una pasta di albicocche secche che è utilizzata da sola come snack o diluita in acqua e fiori d’arancio si trasforma in una bevanda molto calorica.

Egitto

Durante l’Iftar si inizia con numerosi dip in cui intingere il pane, poi si passa  al sambusak (involtini ripieni di formaggio e carne), o al mahshi (stufati di verdure), moloukhia (verdure con pollo), kebab e riso. Per il suhoor, il piatto tradizionale è il ful madammas, una zuppa di fave talvolta con uova formaggio e pane. Latte e datteri, succo di tamarindo e succo di cocco sono le bevande.

Bangladesh

I piatti più comuni sono a base di  carne e pesce. Ma vi sono anche numerosi piatti vegetariani, come il peazu, polpette fritte di lenticchie rosse o il masoor dal, una zuppa di lenticchie speziata con masala, cumino e zenzero; kichiri: riso con fagioli, melanzane, cavolfiore, patate, zenzero e abbondante pasta di peperoncino; chapatis con zuppa di lenticchie. Un cibo di strada molto comune che si trova per tutta la notte per le vie del Bangladesh e in tutto il subcontinente indiano è il beduni, fette di melanzane impanate e fritte servite con riso.

India

Al mattino si preparano le crocchette di pane (paneer fritters) molto speziate con peperoncino, zenzero; i dal, zuppe di lenticchie ed altri legumi. Un altro piatto assai comune è il Dahi vadey: polpette di lenticchie o di ceci con una salsa speziata allo yogurt. La carne è consumata in particolare con due piatti. Haleem: uno stufato di manzo servito con bulghur e molto diffuso anche in Pakistan e nell’Asia centrale. Ma anche il Chicken 65: un piatto piccante a base di carne di pollo fritto per immersione, molto popolare nell’India meridionale, dove viene consumato come antipasto. Seguono poi insalate di frutta (spicy fruit chaat) condite con una salsa (chaat masala) salata, agra e piccante a base di amchoor; torte alla frutta, datteri. La bevanda più consumata è il Rooh Afza, a base di ananas, arancia, carote, coriandolo, petali di rosa, spinaci e menta. In ogni famiglia la giornata di Ramadan inizia con questa bevanda.

Le bevande del Ramadan

« »

  • Le bevande del Ramadan

    Le bevande del Ramadan

    Molto zuccherate,  ricche di succhi di frutta, ma dissetanti sono importanti per aiutare durante il digiuno

  • Pasqua

    Pasqua a tavola nel mondo

    Durante la Quaresima e nel giorno di Pasqua, ogni Paese ha le proprie tradizioni e i propi cibi.

  • Kahwah kashmiri chai

    Un tè, ricco di spezie con molte proprietà benefiche, che in Kashmir è quasi una bevanda nazionale

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!