Bambini, giochiamo con le spezie

Usate vecchie spezie che hanno perso l’aroma per far giocare i bambini

Ai bambini si sa piace disegnare, o meglio pasticciare, con pennarelli, acquarelli e matite colorate. Se volete farli divertire con qualcosa di nuovo, aprite il vostro armadietto delle spezie, cercate quelle più vecchie che hanno perso il loro prezioso aroma e già da molto tempo avreste dovuto sostituire e mettetele a disposizione dei bambini. Se avete anche dei barattoli di erbe essiccate, tirate fuori anche quelle! Non vi servono più per i prossimi mesi, con la bella stagione sono tutte a disposizione fresche. (Magari, seguendo i nostri consigli le state facendo crescere sul balcone!).
Per il vostro bambino non sarà solo un modo di trascorrere qualche ora, ma anche una vera esperienza sensoriale e un forte stimolo per la sua creatività. Scoprirà odori, sapori, colori e forme divertendosi. Inoltre se è restio ai nuovi sapori, maneggiando le spezie ne sarà incuriosito e voi potrete riproporgliele.

Cosa serve

  • Fogli di carta, meglio se un album da disegno che ha i fogli un po’ spessi
  • Colla del tipo vinavil o quella trasparente da stendere con il pennellino
  • Pennelli a punta piatta (che trascinano meglio le spezie e le erbe tritate) di diverse dimensioni
  • Diverse ciotole in ciascuna delle quali metterete una spezia diversa. Naturalmente lasciate perdere le spezie piccanti che potrebbero provocare piccoli guai, se il bambino si mette le mani in bocca o si tocca gli occhi.  Andranno bene anche la polvere di caffè e il tè.
  • Qualche spargisale con buchi un po’ grossi (non di vetro) con cui appunto spargere le spezie
  • Delle formine o degli stampi per integrare i disegni
  • E naturalmente matite e pennarelli per completare il disegno.
  • Un po’ di carta asciugatutto per pulire le mani

 

Cosa fare

Incominciate a far toccare le diverse spezie ed erbe, fategliele strofinare tra le dita per apprezzare le diverse consistenze e forme, fategliete odorare e, se l’età lo consente, giocate a far scoprire al vostro bambino in che piatto le ha mangiate: il basilico nel pesto, l’origano sulla pizza, il pepe sulla pasta di papà, lo zafferano nel risotto e così via.

Poi prendete carta e colla e lasciateli inventare, ma pronte a qualche suggerimento per aiutarli a incominciare: le erbe tritate saranno ottime per le chiome degli alberi e i prati; la curcuma per il sole, la cannella per i tronchi e i muri delle case, la paprica per i tetti o le mele delle piante e così via.

 Se avete coraggio e siete abituati a lasciare che i bambini sperimentino, potete usare le spezie come acquerelli sciogliendole in acqua per ottenere i vari colori. Anche qui saranno utili caffè e tè, magari anche un po’ di frutti di bosco schiacciati o lavanda per ampliare la tavolozza dei colori.

Buon divertimento!

Spezie nell'orto
Nuovi usi per spezie vecchie

« »

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!