Peperoncino per la vostra chioma

La capsaicina contenuta in questa spezia può migliorare la ricrescita dei capelli

Il peperoncino è una spezia dalle mille virtù. Di come può aiutarci a dimagrire e a mantenerci giovani ne abbiamo già parlato. In generale è un tonico, ha proprietà digestive ed è un termoregolatore in grado di stimolare la sudorazione. Ma oggi vogliamo soffermarci su altre proprietà dovute alla sua composizione chimica e ai principi attivi di cui è ricco:

  • vitamina A che ha la capacità di rigenerare le cellule
  • vitamina C che aumenta la tolleranza agli agenti esterni
  • vitamina B6 che attiva la crescita del capello e contrasta la calvizie
  • potassio che lenisce e idrata la pelle
  • magnesio che rinforza i vasi sanguigni
  • ferro che migliora l’ossigeno cellulare
  • oli essenziali e acidi grassi che veicolano l’azione della capsaicina
  • folati che accelerano il ricambio cellulare
  • capsaicina, un potente alcaloide con numerose proprietà farmacologiche.

Dai suoi componenti deriva la capacità di migliorare il flusso sanguigno e l’irrorazione dei follicoli  e quindi la ricrescita del capello. Per questi motivi può essere utile un olio al peperoncino per nutrire i vostri capelli.

Preparazione e uso

Prendete 4-6 peperoncini freschi, tagliateli in pezzetti piccolissimi, mischiateli con 60 cc di olio di oliva. Mettete questo composto in un contenitore di vetro scuro che non faccia passare la luce e lasciatelo in un armadietto buio e fresco per 15 giorni, ricordandovi di agitare la bottiglia almeno 1 volta al giorno.

Trascorso questo tempo filtrate il contenuto della bottiglia e conservate il liquido sempre in una bottiglietta di vetro scuro.

Applicate questo olio con un batuffolo di cotone sulla radice dei vostri capelli, anche giornalmente, per un mese. Lasciate agire quindici minuti poi lavate i capelli come d’abitudine.

In alternativa potete mettere un cucchiaio di peperoncino in polvere in una tazza di olio di mandorle o di cocco. Agitare bene e tamponare la radice dei capelli con un batuffolo imbevuto nel liquido.

Nota bene. Con entrambe le soluzioni all’inizio sentirete un leggero formicolio e potrete avere un rossore della cute, poi vi abituerete. Ma poichè la sensibilità individuale è molto variabile, prima dell’uso esteso su tutta la testa provate sempre in un angolo per valutarne l’effetto.

In entrambi i casi fate sempre molta attenzione a non toccare gli occhi con la miscela, per la proprietà irritante del peperoncino.

Più belle con la zucca
Le bacche di goji: un superalimento

« »

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!