Salignon

Originario della valle di Gressoney, con la ricotta della zona è molto più gustoso

Flagga gli ingredienti che ti servono e stampa la ricetta per la tua spesa!
Difficoltà: facile
Preparazione: 30 minuti
Dosi per: 4 persone

Ingredienti

  • 300 g di farina di mais
  • 50 g di farina bianca
  • 1 uovo
  • pepe nero
  • 1/2 cucchiaino di cumino
  • 1/4 cucchiaino di peperoncino
  • 3 cucchiai di olio evo, sale

Ingredienti per

  • 300 g di farina di mais
  • 50 g di farina bianca
  • 1 uovo
  • pepe nero
  • 1/2 cucchiaino di cumino
  • 1/4 cucchiaino di peperoncino
  • 3 cucchiai di olio evo, sale

Ingredienti per

  • 300 g di farina di mais
  • 50 g di farina bianca
  • 1 uovo
  • pepe nero
  • 1/2 cucchiaino di cumino
  • 1/4 cucchiaino di peperoncino
  • 3 cucchiai di olio evo, sale

Preparazione

Raccogliete in una terrina la ricotta, precedentemente scolata per privarla del siero, aggiungete un pizzico di sale e una macinata di pepe, il cumino, il peperoncino rosso e i semi di finocchio. Mescolate bene il tutto, ottenendo una crema perfettamente liscia e omogenea, quindi coprite con pellicola trasparente per alimenti e conservate in frigorifero fino al momento dell’uso.

Il salignon oltre che con fette di pane integrale, si serve con le miacce, crespelle che si ottengono mischiando la 300 g di farina di mais con 50 g di farina con un cucchiaio di legno e salate generosamente. Incorporate l’olio, versandolo a filo, e la quantità di acqua necessaria a ottenere un impasto elastico e omogeneo. Copritelo con un canovaccio e fatelo riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente. Versatelo, in uno strato sottilissimo, in una padellina antiaderente, su fuoco vivace. Servite le miacce con il salignon.

Nota. Il Salignon è originario della valle di Gressoney. Si produceva passando al setaccio della ricotta grassa impastata con sale e peperoncino in polvere che era compressa in palle di circa 300 grammi che venivano appese all’interno della cappa del camino per essere asciugate e quindi conservate, assumendo un aroma affumicato. Oggi il Salignon viene preparato senza affumicatura per essere consumato fresco e, come in passato, viene servito con le miacce, specie di crespelle croccanti.

Capesante tropicali
Noci brasiliane piccanti

« »

I nostri Antipasti più recenti

  • gefilte fish

    Gefilte fish

    Un antipasto servito per Pasqua dagli ebrei askenaziti, diventato molto popolare nei Paesi dell’Est

  • Tirokafteri

    Tirokafteri

    Una salsina tipica della Tracia, ma amata in tutta la Grecia, tradizionalmente servita a Pasqua

  • Salsa di melanzane e zahatar

    Lo zahatar regala a questa crema di melanzane note di limone, di timo e croccantezza dovuta alla presenza di semi

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!