Coltiviamo la curcuma in casa

Come avere della curcuma biologica a chilometri zero

Forse non lo sapevete, ma coltivare una pianta di curcuma in casa è molto facile. Ve ne sono diverse specie quella che interessa a noi è la curcuma longa. E’ una pianta che raggiunge l’altezza di un metro, ha grandi foglie e fiori molto belli che vanno dal giallo al violetto. E’ molto decorativa  e per questo adatta ai nostri appartamenti.

Essendo di origine tropicale esige ambienti caldi e umidi, la temperatura ideale è tra i 20° e i 35°, e la coltivazione in vaso permette di spostarla all’interno durante l’inverno e all’esterno durante i mesi caldi.

Si può partire dal rizoma (una parte della  radice) o da piantine in vaso, entrambe le troverete da un vivaista ben fornito o su internet. Al momento dell’acquisto assicuratevi che siano da coltivazione biologica.

Se decidete di partire dal rizoma scegliete un vaso rettangolare a cassetta che abbia una profondità di 40 cm, in modo che i rizomi abbiano spazio per espandersi in orizzontale. Piantate i rizomi a una distanza di 20 cm l’uno dall’altro e a circa 5 cm di profondità. Potrete piantarli anche d’inverno assicurandovi che il vaso sia al caldo e alla luce.

Se decidete di acquistare la pianta aspettate che il periodo freddo sia finito e l’aria sia già mite.

In entrambi i casi il terreno deve essere composto da ½ di torba, ¼ di terriccio da giardino e ¼ di sabbia. La pianta va lasciata in pieno sole, annaffiata regolarmente e, poichè necessita di umidità, nebulizzate le foglie nei periodi di grande secco. Non lasciate mai ristagni d’acqua che potrebbero compromettere lo sviluppo della pianta.

Raccolta e conservazione

Come sappiamo la parte utilizzata come spezia è la radice. Quando la pianta ha circa 10-12 mesi è pronta. Sarà inverno, le foglie staranno ingiallendo e appassendo, i fiori saranno caduti e voi dovrete scavare per estrarre le radici e dividere i rizomi.

Lasciateli essiccare in un luogo asciutto e ventilato per un mese. Poi procedete alla macinazione con un robot da cucina, fino a ottenere una polvere fine che conserverete al buio e al fresco in un barattolo di vetro.

Riproduzione negli anni successivi

Quando raccogliete le radici lasciatene alcune nel vaso ricoprite con il terriccio, lasciate il vaso in casa in una zona luminosa e calda, bagnate con parsimonia ogni volta che il terreno è secco e a primavera vedrete ricomparire nuovi germogli. In breve avrete una nuova pianta rigogliosa.

Usi particolari della curcuma
Come preparare un pot-pourri secco

« »

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!