Carta dai peperoncini verdi e rossi

L’avreste mai detto che dagli scarti dei peperoncini si può ottenere della bellissima carta?

Quando Bridget Odien si trasferì tre anni fa dalla California nel New Messico (USA) rimase molto sorpresa e impressionata dall’importanza del Hatch Green and Red Chile, il peperone verde e rosso che cresce nella valle di Hatch e per il quale la gente del posto impazzisce.

Durante la stagione estiva i peperoni vengono arrostiti nei negozi e nelle bancherelle di strada. Vengono ripuliti della loro pellicina e la gente li compra in grandi quantità e li ripone in frigo per l’inverno.

Un giorno Bridget Odien, che era una grande appassionata di DIY, incominciò a pensare come utilizzare la pelle arrostita dei peperoni che veniva scartata in grandissime quantità. Per prima cosa si rivolse a coloro che arrostivano i peperoni e li convinse a conservare le bucce  e a consegnargliele. Poi ripensando alla carta ottenuta utilizzando carote, cetrioli e altre verdure incominciò i suoi esperimenti con gli scarti dei peperoni.

Dopo molti tentativi e molto lavoro durati più di due anni, nel corso dei quali  cominciò a ottenere con molta difficoltà dei prototipi, da qualche mese è riuscita a creare della carta fatta proprio solo con lo scarto dei peperoni con un processo che per ora è segreto.  Ha creato una piccola azienda la Hatch Green and Red Chile Paper e ha prodotto molti oggetti di cartoleria. Questa carta, infatti è molto bella, è adatta per dipingere, per scrivere e per creare agende e block notes e quaderni. Chi è curioso la può trovare in vendita su Etsy a prezzi anche abbordabili.

4.000 chili di curcuma per una statua
Il pepe di Aleppo distrutto dalla guerra

« »

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!