Iran- FAO: accordo per lo zafferano

Pur essendo il primo produttore al mondo di zafferano, l’Iran ha difficoltà ad espandere le esportazioni

Proprio in questi giorni di inizio raccolto, il ministro iraniano dell’agricoltura Hossein Shirzad ha annunciato un accordo di cooperazione con la FAO (Food and Agricultural Organization delle Nazioni Unite) per lo sviluppo di progetti legati alla produzione ed esportazione dello zafferano nel mondo e in particolare in Europa.

L’Iran l’anno scorso ha prodotto 336 tonnellate di zafferano che corrispondono al 93% della produzione mondiale e le esporta in circa 20 paesi, ma il 77% viene esportato solo a Singapore, negli Emirati Arabi e in Spagna. Questo Paese ne produce solo 1 tonnellata ma ne importa grandi quantità da altri paesi, lo confeziona e lo esporta  e riesce ad ottenere prezzi molto maggiori di quelli ottenuti dagli Iraniani. Inoltre grazie  alle attività di lavorazione poco costose, ai prestiti delle banche e alla stabilità della moneta, la Spagna riesce a garantire al mercato i quantitativi richiesti con un anno di anticipo. Inoltre una parte del raccolto viene ogni anno contrabbandata in Afghanistan con gravi perdite per l’Iran. A peggiorare la situazione quest’anno ci si è messa anche la siccità che, in alcune zone, ha interferito pesantemente con la produzione della spezia. La stima era di 400 tonnellate e ora che è iniziato il raccolto si pensa che si arriverà solo a 350, nonostante quest’anno il terreno dedicato allo zafferano fosse aumentato del 20%.

Proprio per aumentare le esportazioni e incrementare i profitti si spera che l’accordo con la FAO riesca a migliorare l’efficienza e la produttività e riesca anche a migliorare la qualità già molto alta, con il coinvolgimento degli agricoltori.

Lo zafferano iraniano viene prodotto da più di tremila anni nelle regioni del South Khorasan e Khorasan Razavi, nella parte nord occidentale del Paese ed è uno dei migliori al mondo. Coltivato senza pesticidi in maniera naturale ha un colore caratteristico rosso molto vivo e non è possibile contraffarlo. Inoltre, il sistema antichissimo usato per l’essiccatura, ha un effetto esaltante del sapore e del profumo e lo zafferano iraniano ha un aroma di vaniglia che lo rende ancora più prezioso.

In Vietnam il pepe non è pù vincente

« »

Invia la tua ricetta!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Invia il racconto dei tuoi viaggi speziati!


Ho letto ed accetto le condizioni sul trattamento dei dati come descritto nella Privacy Policy

Iscriviti alla newsletter
e scarica la guida sugli abbinamenti!